Linux Day: oltre 200 ragazzi si sfidano nello smascherare fake news

Venti squadre, 3 istituti superiori umbri, oltre 200 ragazzi, 10 sfide. Questi i numeri dei partecipanti alla OpenChallenge4School organizzata da ILS Perugia in occasione del Linux Day, che si è svolto online e in presenza dal DigiPASS Perugia sabato 23 ottobre.

A vincere la challenge uno dei team di ragazzi e ragazze del Liceo classico Tacito di Terni, denominato “Les scherifs”, capitanato dall’insegnante Lauretta Storani. Secondo posto ancora per il liceo ternano con la squadra “Le pisole” e 4 ex aequo al terzo posto per uno dei team del Liceo Alessi di Perugia, guidato dalla professoressa Daniela Fiandra, due delle squadre dell’Istituto Tecnico e Tecnologico Alessandro Volta di Perugia, guidati dal prof. Alessandro Giappichini e dall’animatrice digitale Francesca Farinelli, e per un’altra delle squadre del Tacito .

Siamo spesso attratti da notizie che colpiscono per il loro contenuto bizzarro od emotivo, salvo poi scoprire, quando si scopre e non sempre avviene, che la notizia era falsa o non corrispondente del tutto al vero” – afferma Paolo Giardini, uno degli esperti che insieme a Sonia Montegiove, Fabio Nardi e Filippo Bianchini hanno guidato i ragazzi. “Le informazioni sono alla base della nostra società e la capacità di critica, ovvero di esaminare oggettivamente i fatti per poter decidere in autonomia se credere o non credere senza farsi influenzare da quanto ci viene propinato, è sempre più essenziale, anche in relazione alla protezione dei nostri dati. In questo spirito e nel tema del Linux Day “Dati a chi” sono state proposte una serie di sfide prendendo dal web una serie di notizie vere, false e vere a metà chiedendo ai team partecipanti di individuare le fake news utilizzando le tecniche OSINT, Open Source Intelligence, descritte ad inizio evento. In poche parole abbiamo guidato i ragazzi e le ragazze a usare tecniche utili a mettere in relazione fra loro informazioni provenienti da fonti liberamente consultabili, al fine di individuare evidenze che permettano di prendere decisioni basandosi su dati certi”.

Al primo classificato va un voucher formativo per un approfondimento su un tema legato a sicurezza informatica, tecniche OSINT e hacking e consapevolezza digitale che sceglieranno i vincitori. I secondi e terzi classificati potranno fruire di una iniziativa di formazione online organizzata da ILS Perugia su libertà digitali e openness.

Il Linux Day è stato anche l’occasione per lanciare il primo corso di formazione su applicativi open source, che sarà organizzato da ILS Perugia a partire dalle prossime settimane. Il corso, aperto a tutti, consentirà di acquisire competenze e conoscenze utili ad accompagnare ragazzi, ragazze, bambini e bambine nel fare i compiti per la scuola. Tutte le informazioni su questa prossima iniziativa saranno pubblicate a partire dal 1 novembre sul sito e sui canali social di ILS Perugia. Stay tuned!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.